EGBA, Polemiche sul nuovo decreto gioco d’azzardo italiano

L’European Gaming and Betting Association è preoccupata per il nuovo decreto gioco d’azzardo italiano.

Home » EGBA, Polemiche sul nuovo decreto gioco d’azzardo italiano

Pochi giorni fa abbiamo parlato del nuovo decreto gioco d’azzardo, arrivato dopo il “sì” al Riordino gioco online in Italia. Ma i numerosi cambiamenti che introduce hanno già fatto storcere il naso all’European Gaming and Betting Association (EGBA). L’associazione si è infatti detta piuttosto preoccupata per il decreto gioco d’azzardo italiano. Il motivo?

Perché si teme che queste nuove leggi non rendano merito all’obiettivo principale. Ovvero puntare sulla riduzione del gioco non responsabile e illegale. I nuovi potenziali cambiamenti quindi potrebbero peggiorare ulteriormente la situazione sotto ogni punto di vista.

L’Associazione Europea dei Giochi e delle Scommesse parla del decreto preso in esame dal Consiglio dei Ministri, che si è concentrato soprattutto su modifiche ai costi di licenza, l’introduzione di un regime di licenza proibitivo e una serie di costi aggiuntivi. Tali scelte potrebbero non essere adatte a rispettare le linee guida che sono già attive a livello europeo. Anzi, la preoccupazione è proprio quella di dover quindi richiedere eventuali indagini per verificare che il nostro Paese rispetti la legislazione dell’UE.

Riconsiderare il riordino gioco online per evitare il peggio

In una recente dichiarazione del segretario generale dell’EGBA, Maarten Haijer, si legge:

“L’aumento proposto dei costi di licenza non ha eguali e non ha precedenti. Renderebbe l’Italia il paese più costoso in Europa per ottenere una licenza per il gioco d’azzardo online”.

Tale restrizione del riordino gioco online, insieme al divieto di pubblicità e all’aumento delle tariffe, potrebbe quindi rendere il mercato italiano chiuso. Potrebbero non esserci spazi (e speranze) per nuovi operatori del mercato e un eventuale fuga dei concessionari con licenza già esistenti. E per questo, lo stesso Haijer ha esortato il CdM a “riconsiderare la proposta, poiché renderà peggiore il problema del mercato nero del gioco d’azzardo online del Paese”.

Riordino gioco online e il pericolo del gioco illegale

Il nuovo decreto gioco d’azzardo prevede l’aumento delle concessioni a 7 milioni di euro, un tetto molto più alto rispetto alla proposta precedente (pari a 2,5 milioni) che era già stata rifiutata. 

Queste potenziali manovre sono quindi finite sotto esame da parte dell’EGBA che mostra grandi dubbi rispetto al mercato nero del gioco d’azzardo disponibile in Italia. Un mercato che viene contrastato quotidianamente dall’operato e dal controllo dell’ADM. Ma secondo le stime dell’Associazione è emerso che il gioco illegale nel nostro paese sembra valere oltre 1 miliardo di euro all’anno.

Ciò vorrebbe dire che questi siti e le piattaforme che non sono sicure e non tutelano i giocatori vengono anche scovate e oscurate, ma riescono in qualche modo ad agire liberamente prima di arrivare a uno stop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I migliori casinò online:
Lottomatica

Bonus Benvenuto fino a 2.000€ in Play Bonus Slot +
1.000€ di Bonus Registrazione con SPID

GoldBet Casino

100% fino a 1.000€
sul primo deposito + Bonus Registrazione SPID da 1.000€

NetBet

10€ gratis per i nostri utenti +
Fino a 600€
su 3 depositi +
200 giri gratis

ProCasino
© Copyright 2021 ProCasino.it