Gambling Commission rileva aumento transazioni sospette

Home » Gambling Commission rileva aumento transazioni sospette

La Gambling Commission rileva aumento transazioni sospette, andiamo a vedere cosa è successo. La pandemia di Coronavirus ha costretto milioni di persone a dover restare a casa per evitare il diffondersi del contagio. Ovviamente questo ha permesso ai cittadini di dedicare del tempo ad altri hobby, tra cui anche il gioco nei casinò online. Uno dei rischi, però, è che non tutti utilizzano queste piattaforme per divertirsi. Il gioco, infatti, potrebbe diventare un canale per riciclare denaro ottenuto illegalmente e farlo entrare in un paese senza pagare le dovute tasse.

E in effetti, la U.K. Gambling Commission rileva aumento transazioni sospette. È questo quanto emerge a seguito dell’ultimo bollettino diramato dall’ente britannico. Periodicamente, infatti, la commissione sul gioco d’azzardo in Inghilterra pubblica delle informazioni sui possibili rischi emergenti e lo invia agli operatori di gioco. Così facendo, gli operatori sono sempre informati di quali sono le nuove potenziali minacce al loro lavoro e sanno anche come riconoscerle e difendersi.

Gambling Commission rileva aumento transazioni sospette: cosa dice?

Ecco cosa viene indicato nell’ultimo comunicato della Gambling Commission: “Durante la pandemia è stato registrato un aumento delle segnalazioni Suspicious Activity Report (ovvero le transazioni di denaro sospette). È fondamentale che gli operatori inviino un alert all’Unità di intelligence finanziaria del Regno Unito ogni volta che si è a conoscenza o si sospettano casi di riciclaggio di denaro o finanziamento del terrorismo. In caso contrario, i licenziatari potrebbero commettere un reato”.

Sotto la lente d’ingrandimento della National Crime Agency inglese ci sono anche i pagamenti effettuati attraverso le criptovalute. Queste, infatti, sarebbero state segnalate ad alto rischio, visto che è difficile seguirne il giro che fanno.

Inoltre, è stata posta maggiore attenzione anche alle transazioni effettuate con paesi inseriti in una sorta di “blacklist”. Tra questi, ad esempio, troviamo Barbados, Isole Cayman, Cambogia e Senegal. Nelle ultime settimane, poi, il governo britannico ha inserito anche il Pakistan. Possiamo quindi dire che la Gambling Commission rileva aumento transazioni sospette e lo riporta agli operatori per delle buone ragioni.

U.K. Gambling Commission: periodo di grande fermento

Da alcuni mesi, la Gambling Commission che in questo articolo vediamo come rileva transazioni sospette, è notevolmente impegnato. In Inghilterra, infatti, si sta discutendo di una forte revisione del Gambling Act. Questo per fare in modo che i giocatori siano il più possibile tutelati dai potenziali rischi della ludopatia.

Tra le nuove riforme che dovrebbero essere introdotte, ad esempio, c’è l’introduzione dei limiti di puntata per i giocatori che hanno una situazione difficile dal punto di vista economico. Un’altra norme potrebbe prevedere anche delle modifiche per le slot machine online. Ovviamente, se ne sta ancora parlando in maniera approfondita visto anche che ci sono delle perplessità da parte degli operatori del gioco che non ritengono questa una soluzione valida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Casino consigliati dai Pro
William Hill
William Hill

200 spin gratis senza deposito + 100% fino a €1.000

NetBet
NetBet

100% fino a €200+ 100 giri gratis su Starburst

888 Casino
888 Casino

20€ gratis senza deposito + 125% fino a 500€