Scientific Games e SciPlay: rinuncia ad acquisizione

Home » Scientific Games e SciPlay: rinuncia ad acquisizione

Scientific Games e SciPlay erano quasi giunti all’acquisizione, ma ora SG rinuncia all’acquisizione delle quote rimanenti di SciPlay. 

Il famoso provider, già proprietario di alcune quote di SciPlay, ancora a luglio aveva presentato una proposta d’acquisto per le quote rimanenti per un valore di 1.9 miliardi di $.

Ora però quest’offerta è stata ritirata, e i nostri esperti e professionisti del settore ve ne parlano in questo articolo. 

Scientific Games e Sci Play: cosa sono?

Scientific Games e SciPlay, entrambi provider di giochi online, fino al 2019 erano praticamente la stessa azienda. Infatti, SciPlay era la divisione social di Scientific Games Corporation (SGC).

Poi, nel 2019, SciPlay si era distaccata da SGC per diventare un’azienda indipendente quotata anche nel Nasdaq Stock Exchange.

I motivi di Scienific Games che rinuncia ad acquisizione SciPlay

Il presidente di Scientific Games Corporation ha spiegato i motivi che hanno spinto l’azienda alla rinuncia sull’acquisizione delle restanti quote (19%) di SciPlay. 

A detta di Barry Cottle la decisione è stata presa in linea con l’approccio alla gestione del capitale e alle M&A disciplinate. Proprio per questo è stato deciso che continuare a perseguire questa opportunità non sarebbe prudente per gli azionisti.

Infatti, l’accordo avrebbe visto Scientific Games Corporation dare 0,25 azioni ad ogni azionista di SciPlay, che sono diversi da quelli di SGC.

Gli altri movimenti recenti di SGC

Scientific Games e SciPlay è l’ultima di una serie di attività di M&A di SGC. Negli ultimi mesi, infatti, il colosso ha concluso l’acquisizione del provider di giochi svedese Elk Studios e del fornitore di soluzioni per casinò Authentic Gaming nel novembre 2021. Quest’ultimo ha, tra le altre cose, significato l’ingresso dell’azienda nel mercato dei casinò live.

A fine anno scorso Scientifi Games Corporation ha anche concluso un accordo atto a vendere la sua attività di lotteria alla società di private equity Brookfield Business Partners per 6,05 miliardi di $. Inoltre la divisione di scommesse sportive verrà venduta a Endeavor, ill proprietario della IMG Arena.

I ricavati dalla vendita della divisione lotterie permettono così all’azienda di migliorare le entrate per gli azionisti grazie alla riduzione della leva finanziaria. Questo perché andranno ad investire nel core business e a puntare a M&A digitali accrescenti per velocizzare le strategie di crescita.

Le dichiarazioni su Scientific Games e SciPlay

Barry Cottle, presidente e amministratore delegato di Scientific Games sulla rinuncia ad acquisizione SciPlay ne ha parlato molto con i media.

Queste le sue dichiarazioni: “Rimaniamo impegnati nella nostra strategia di sfruttare il nostro impareggiabile portafoglio di franchise di successo, il talento di classe mondiale e il motore di contenuti premium per sviluppare grandi giochi completamente multipiattaforma”.

“SciPlay rimane una risorsa strategica e ha l’opportunità di guidare un valore significativo mentre cresce la sua quota di mercato del casinò sociale e si espande nel genere casual da 20 miliardi di dollari sfruttando la sua esperienza nel coinvolgimento e nella monetizzazione.”, ha poi aggiunto. 

E ha concluso dicendo: Continueremo a investire in questo settore in modo disciplinato. È importante notare che, mentre facciamo avanzare la nostra strategia, continueremo ad adottare un approccio olistico alla gestione del capitale, concentrandoci sull’allocazione del capitale per guidare la crescita degli utili per azione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I migliori casinò online:
William Hill

200 spin gratis + €1.000 bonus
a seconda del deposito

Gioco Digitale

300 free spin e 100% di bonus
sul primo deposito fino a 500€

888 Casino

20€ gratis senza deposito + 125% fino a 500€ sul primo deposito